Cosa si deve sapere sulla taglia dei preservativi: info utili e consigli per la scelta

Ci sono circa 2,4 miliardi di uomini in tutto il mondo al culmine della loro attività sessuale. Ciò equivale a 2,4 miliardi di dimensioni del pene, ciascuna con una dimensione e una fisionomia diverse. Questa variazione significa che non tutti i preservativi si adattano a tutti i peni. Questo non è un problema, significa solo che dovrai cercare la taglia giusta per te. Ci sono alcuni semplici modi per scoprire se un preservativo non funziona come dovrebbe.

È molto importante assicurarsi che il preservativo sia della misura giusta, perché se è troppo largo non sarà altrettanto efficace nel prevenire la gravidanza e la trasmissione di malattie sessualmente trasmissibili e se il preservativo è troppo stretto può strapparsi nei casi peggiori, o causare una consistente  perdita di sensibilità o addirittura danni ai tessuti. Ecco alcuni dei problemi più comuni legati alle dimensioni del preservativo.

Cosa si deve sapere sulla taglia dei preservativi: troppo stretto

Sebbene i preservativi siano progettati per allungarsi, se lo si allarga troppo, questa forza verrà restituita al pene (semplice regola di fisica, ad azione corrisponde una reazione uguale e contraria). Impedirà quindi il flusso di sangue e potrebbe causare perdita di sensibilità o persino estinguere l’erezione. Un preservativo dovrebbe essere comodo, non stretto.

Cosa si deve sapere sulla taglia dei preservativi:troppo largo

Se il preservativo è troppo largo, può scivolare durante il sesso, rimuovendo la protezione che dovrebbe dare incorrendo nel rischio di gravidanze indesiderate o il rischio di contrarre malattie veneree. Inoltre. Nei casi meno estremi comunque un profilattico troppo largo comunque, inciderà sensibilmente sulla sensibilità. Meno sensibilità, meno divertimento.

Cosa si deve sapere sulla taglia dei preservativi:troppo corto

Se il preservativo è troppo corto dopo lo srotolamento completo, la coppia potrebbe essere maggiormente a rischio di gravidanze indesiderate e malattie sessualmente trasmissibili. Se l’anello è troppo alto potrebbe infatti sfilarsi durante l’uso. Il preservativo può anche strapparsi in queste circostanze, soprattutto se abbinato a una taglia oversize.

Cosa si deve sapere sulla taglia dei preservativi: troppo lungo

Per adattarsi a un’ampia varietà di dimensioni del pene, i preservativi comuni sono più lunghi di qualche centimetro rispetto alla dimensione media del pene. Il preservativo troppo lungo di solito non è un problema, poiché l’eccesso può rimanere avvolto attorno alla base del pene, ma per le persone con una larghezza del pene superiore alla media questo può essere scomodo poiché la base più spessa causerà anche un livello di tensione più grande del solito.

 La cosa più importante è trovare un preservativo della misura giusta. Purtroppo è solamente una questione di esperienza,  e bisognerà solo provare vari modelli per scoprire qual è la soluzione migliore da adottare.

È estremamente importante ricordare che se il preservativo scivola o si strappa, bisogna fermarsi per sostituirlo con uno nuovo prima di continuare, per assicurarti di essere entrambi protetti (nel dubbio comunque, consultare un farmacista sulla contraccezione d’emergenza sarebbe l’ideale).

Guida per l’utilizzo del preservativo

Sembra inutile scriverlo ma forse non tutti sanno tutte le giuste regole per indossarli perfettamente:

  • calzare il profilattico durante l’erezione prima del rapporto;
  • srotolarlo fino alla base del pene
  • schiacciare la punta, eventuali bolle d’aria potrebbero causarne la rottura;
  • in caso di rottura (o il semplice sospetto) fermarsi per controllare;
  • sfilarlo subito sopo l’eiaculazione, non utilizzarlo mai due volte;
  • Fare molta attenzione a piercing e oggetti appuntiti;
  • gettare il preservativo nella spazzatura, potrebbe intasare i tubi se smaltito nel water.

L’uso corretto del preservativo è fondamentale per prevenire malattie sessualmente trasmissibili. Nel mondo la sola AIDS ha mietuto circa 35 milioni di morte, ma non è certo la sola malattia in agguato. Esistono infatti tantissime malattie veneree, alcune che danno solo fastidi, altre invece che potrebbero portare anche all’impotenza o all’infertilità. Non vale il rischio rischiare così tanto per un semplice errore.

Nato a Roma nel ’79, appassionato di scrittura fin da piccolo. Ha lavorato un po’ ovunque ma ultimamente si dedica a tempo pieno come SEO content manager per moltissimi portali sparsi per il Web.

Back to top
menu
profilatticionline.it